Perchè Lunezia - Bagno Lunezia - Albergo Ristorante sul Mare a Marina di Carrara

Vai ai contenuti

Menu principale:

Perchè Lunezia

Curiosità

Curiosità Con il toponimo lunezia si designa attualmente parte di quella regione proposta per la prima volta in fase costituentee che fu variamente definita col nome " APUO-LUNENSE" " EMILIANO LUNENSE", " EMILIA APPENNINI)CA" o " REGIONE APUANA" nei vari periodi storici. La proposta di costituire la regione Luneziana coinvolge da un lato, il rapporto dell,emilia'con la romagna e dall'altro quella chealcuni hanno chiamato" questione lunigianese", cioé la problematica mancanza di autonomia dei territori in questione. La regione Lunezia Il termine Lunezia è oggi utilizzato, dai fautori della creazione di questa ripartizione amministrativa, per individuare una zona che comprende alcune province italiane attualmente appartenenti alle regioni Emilia-Romagna, Liguria, Lombardia e Toscana. Suddette province sono quelle di Massa e Carrara, Mantova, Parma, Piacenza, Reggio Emilia e la Spezia, accomunate da legami geografici, storici e culturali (si pensi all'antico Ducato di Parma e Piacenza). A tale area vanno aggiunti i territori comunali della Garfagnana (cioè parte della provincia di Lucca) e della zona sud-est della provincia di Cremona. Tale intero comprensorio geografico descritto viene definito Lunezia Major in corrispondenza di una Lunezia Minor costituita da un numero più ristretto di territori e rappresentanti la Lunezia storica propriamente detta (la Spezia, Parma, Piacenza, Massa-Carrara, Reggio Emilia e Garfagnana). Tutti sanno che la nostra è una regione inventata in sede costituente dove vengono registrate molte più analogie storico culturali fra Parrma e la lunigiana con Carrara, Massa eLa Speziache fra Parma forli e Ravenna . speriamo che Lunezia diventi una battaglia del futuro.Lanostra vera possibilita di sviluppo è sull'asse Cisa Brennero.

Già durante il trattato di FONTAINEBLEU' del 1814 gli statisti dell'epoca furono concordi sulla necessità di unire i territori di Parma con la val di ;Magra considerata il naturale sbocco al mare.A questo progetto vi si oppose il veto di Tallejrand il quale temeva che la vicinanza della Spezia all'isola d'Elba, luogo di detenzione di Napoleone Buonaparte, avrebbe favorito un eventuale tentativo della moglie, Maria Luigia duchessa di Parma Piacenza , per liberare il marito. " Probabilmente, se non ci fosse stato l'ostacolo e il pericolo di Napoleone, l'unione della Lunigiana con l'Emilia si sarebbe attuata, la naturale regione emiliano lunense si sarebbe recepita nell'ordinamento amministrativi risorgimentale


 
Torna ai contenuti | Torna al menu